Chantal Jaquet • I transclasse, o la non-riproduzione

€18.00

La teoria della riproduzione sociale ammette eccezioni di cui bisogna rendere conto, per poterne misurare la portata. L’obiettivo di questo libro è quello di comprendere filosoficamente l’eccezione e di sviluppare un approccio ai casi particolari. I transclasse analizza le cause politiche, economiche, sociali, familiari e individuali che concorrono alla non-riproduzione sociale, così come i loro effetti sulla costituzione degli individui che passano da una classe all’altra.

Situandosi tra la storia collettiva e la storia intima, questo approccio implica l’individuazione della propria posizione nella classe di cui si è parte, il gioco degli affetti e degli incontri, il ruolo delle differenze sessuali ed etniche. Ci invita a rompere con l’isolamento disciplinare per comprendere la singolarità all’incrocio tra filosofia, sociologia, psicologia sociale e letteratura. Richiede la decostruzione dei concetti di identità sociale e personale a favore di un pensiero della complessione e del meticciato delle determinazioni. Attraverso la figura del transclasse è l’intera condizione umana ad essere illuminata di una nuova luce.



Chantal Jaquet è filosofa, professoressa all’Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Specialista di storia della filosofia moderna e della filosofia del corpo, è autrice di diversi volumi e articoli dedicati a Spinoza, Bacone, ai rapporti mente/corpo, all’odorato e alle questioni sociali. Si ricordano Sub specie æternitatis (1997, 2015), Les expressions de la puissance d’agir chez Spinoza (2005, 2022), Bacon et la promotion des savoirs (2010), Spinoza à l’œuvre (2017), e il recente libro-intervista Juste en passant (2021), con Jean-Marie Durand. Tra i libri tradotti in lingua italiana, L’unità del corpo e della mente. Affetti, azioni e passioni in Spinoza (2013) e Filosofia dell’odorato (2019).

Categoria CRISI E CRITICA