Edizioni

 

la città del sole

“Apparirà allora che il mondo possiede

da tempo il sogno di una cosa di cui

deve soltanto possedere la coscienza

per possederla realmente”.

Karl Marx

 

Fosco Giannini

 

Cantieri, mercati, quartieri scalcinati

Poesie

in forma di popolo

 

 

 

 

Prefazione di Antonio Luccarini

 

Postfazione di Emiliano Alessandroni

 

ISBN: 978-88-8292-410-2

Pagine: 190 – Prezzo: € 12,00

 

 

“Nella concezione estetica di Fosco Giannini, la realtà finisce per essere precisata ed evidenziata  nella cornice vernacolare che le viene imposta. Ne scaturisce un  poetare di grande forza, duro a tratti... ma  i versi  sono costruiti con struttura classica, dove scene, figure e contenuti risultano modellati da metafore dotate di grande energia rappresentativa”.

Antonio Luccarini

 

“Il ricorso al dialetto quale strumento in grado di trasmettere un universo sentimentale altrimenti lasciato in un angolo. Ed è con questo strumento che Giannini si appresta a perlustrare il mondo dei cantieri, dei mercati, delle periferie nella loro vita atomizzata. Con uno stile diretto e asciutto, incline a ridurre al massimo la distanza tra le parole e le cose (secondo una tradizione che, per quanto concerne la poesia in lingua italiana, aveva trovato in Saba il suo più illustre esponente) sulle influenze di Scataglini e del primo Franco Loi”.

Emiliano Alessandroni






Fosco Giannini.

La militanza comunista e il lavoro poetico iniziano presto, a 17/18 anni e vanno di pari passo. A poco più di vent’anni, ha già pubblicato quattro raccolte di poesie (S’agapò, Lo Strano Lazzaro, Metope e Borea). Nei primi anni ’80 è uno dei dirigenti nazionali dell’area che si batte contro l’involuzione “socialdemocratica” del PCI. La battaglia contro lo scioglimento del PCI e per la ricostruzione di una nuova forza comunista in Italia, dopo la svolta occhettiana, lo prende molto e per molti anni. Giannini sarà uno dei fondatori nazionali del PRC e poi dell’attuale e nuovo PCI. In tutta questa fase scriverà di questioni politiche nazionali, internazionali, teoriche e letterarie su molti giornali e riviste comuniste e di sinistra, italiane e di tutta Europa. Direttore de  l’ernesto, sarà eletto al Senato della Repubblica nel 2006. Si distinguerà per la battaglia – come uno degli “otto senatori ribelli” – contro la guerra in Afghanistan e per il famoso discorso, in Aula, in difesa della Rivoluzione d’Ottobre. Nel 2013 pubblicherà Da una parte della barricata, edito da “affinità elettive”. Ora, è membro della segreteria nazionale del PCI e responsabile del Dipartimento Esteri. In questi anni “tutti politici” Giannini aveva smesso di scrivere poesia, ma mai – come afferma – aveva smesso di pensarla. E se questa raccolta che presentiamo (Poesie in forma di popolo) proviene da un solo anno di lavoro (2016-2017) essa è in verità il prodotto di una  ben più lunga sedimentazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Edizioni

la città del sole

Vico Giuseppe Mffei, 4 – Napoli

redazione@lacittadelsole.net

cell. 3887761642